Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Riesling (100 %)
Filosofia Biodinamici
Classificazione Grand Cru

Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati.
Olfatto: Al naso si presenta intenso e complesso, con note di frutta a polpa gialla ed esotica, ananas, canditi, vaniglia e cenni di agrumi.
Gusto:
In bocca è pieno, intenso e avvolgente, equilibrato, fresco e sapido, elegante. Chiude con persistenza vibrante dai toni agrumati.

Abbinamenti gastronomici:
Perfetto per piatti a base di pesce, frutti di mare e crostacei importanti, sushi e tartare, ma anche formaggi di media stagionatura.
Superficie: 0,38 ha.
Età media delle vigne:
30 anni.
Suolo: Granitico e sabbioso della valle del Kaysersberg. Tipo d’impianto: Cordone arquato. Densità ceppi per ha: 7000. Produzione media per ha: 25 hl. Vinificazione: Pressatura soffice, decantazione statica, fermentazione spontanea.
Affinamento: In fusti di rovere centenario per 12 mesi. Solforosa totale: 25 mg/l. Bottiglie prodotte: 1200.

Domaine Christian Binner

Lo sfondo è il suggestivo paesaggio alsaziano, il protagonista è il Domaine Christian Binner. Nel 1770, ad Ammerschwihr, in Alsazia, ebbe inizio la storia di questo Domaine, che si espande per 10 ettari di vigneti, dove la famiglia Binner produce annualmente diverse annate derivanti dalla combinazione di diverse varietà di uva e Cru dell'Alsazia. Oggi Christian ha preso con cura in mano la successione delle vigne e della cantina, conducendoli secondo i principi della biodinamica. “Essere un contadino del XXI secolo richiede un grande rigore e una vasta conoscenza, per dare tutta l'attenzione necessaria al pieno sviluppo della vite e al benessere dei lieviti in cantina, per la costituzione più complessa del succo d'uva. Ci vuole maggiore attenzione, cura e dedizione per ottenere un prodotto che nutre la mente e il corpo, capace di suscitare emozioni e rimanere digeribile” dice Christian ed il suolo alsaziano è ancora una terra volta all’elezione per i vini naturali. Tra i filari le rese sono ridotte al minimo e le viti non conoscono né erbicidi né tantomeno fertilizzanti chimici. La vendemmia, esclusivamente manuale, avviene solo a completa maturazione delle uve. Si lavorano vitigni quali il Riesling, Pinot Gris, Pinot Noir, Muscat e Gewürztraminer sempre rispettando al massimo quello che è stato il lavoro della natura. La vinificazione segue un percorso senza input enologici: la trasformazione del succo d'uva in vino avviene in modo "naturale”, pressatura lenta, fermentazioni con lieviti indigeni e a bassa temperatura, tutto lasciato invecchiare in botti di rovere. Sfruttando anche la biodiversità circostante si producono anche delle varietà di acquaviti. È così che in questo quadro edonistico emergono alcuni tra i vini più importanti dell’Alsazia. Da qualche anno Christian ha avviato il progetto Les Vins Pirouettes, attraverso il quale mette a disposizione il suo savoir faire, aiutando a vinificare a piccoli vigneron biodinamici della zona e producendo una linea di vini di collaborazione.

Ultimi inseriti