Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Nebbiolo (100 %)
Filosofia Naturali
Classificazione DOCG

Colore: Rosso granato tipico.
Olfatto: Al naso è intenso, ricco e molto complesso, esprime tutta la severità classica con note di fiori, frutta e viole. A queste si affiancano poi tabacco e cuoio.
Gusto: Al palato il sorso invece è fresco e disteso e sostenuto da un tannino ben levigato, dotato di lunga persistenza. Un Barolo da beva.
Abbinamenti gastronomici: 
Perfetto per piatti della tradizione, arrosti, brasati, primi e secondi piatti con carni al sugo, selvaggina, piatti a base di funghi e tartufo.

Suolo: Argille limose.
Estensione del vigneto: 1 ha.
Tipo d’impianto: Guyot.
Densità ceppi per ha: 4.000.
Età media del vigneto: 70 anni.
Produzione media per ha: 40 hl.
Vinificazione e affinamento: Diraspapigiatura, fermentazione in tini di acciaio inox da 25hl e macerazione sulle bucce di 20-25 giorni. Affinamento in tonneaux usati di rovere per 36 mesi.
Solforosa totale: 30 mg/l.
Bottiglie prodotte: 5.000.

Carlo Viglione e Figli

Lo sfondo è il paesaggio delle Langhe, in Piemonte, più precisamente quello di Monforte d’Alba, nella frazione Bussia. Il primo piano è su Giulio Viglione, figura che rappresenta il tipico vignaiolo di zona. Da genitori anch’essi viticoltori, Giulio cresce in mezzo ai filari e apprende cura e dedizione di essi. L’azienda nasce nel 1915, poco dopo l’inizio della Prima Guerra mondiale, dal nonno Giuseppe che all’inizio coltivava l’uva destinata alla vendita. Successivamente nel 1964 iniziarono a vinificare per ottenere una produzione propria. Oggi sono Giulio e la moglie Bernard Rosa Maria a coadiuvare l’azienda: dalla vigna all’imbottigliamento, tutto viene condotto in maniera familiare e tradizionale. Da sempre hanno coltivato quasi 4 ettari di vigna nel massimo rispetto della natura. In vigna infatti non avviene nessun intervento chimico, eccetto qualche trattamento con zolfo e rame, solo raccolta manuale e fermentazioni attivate grazie ai lieviti presenti sulla pianta, per poi terminare tutto il processo in grandi botti di Rovere. I vini, grandi classici della zona, sono Barolo, Dolcetto e Barbera: tutti di grande beva e sincerità, accompagnati dalla finezza tipica della zona, con una produzione di circa 10-12.000 bottiglie all’anno.

Ultimi inseriti