Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Falanghina ( %)
Classificazione IGP

Colore: Giallo paglierino.
Olfatto: Fruttato e floreale con sentori di acacia, pera kaiser, albicocca secca e agrumi canditi.
Gusto: Secco, morbido, di buona struttura acida e dotato di un’adeguata persistenza.
Abbinamenti gastronomici: Adatto a piatti di media struttura, prettamente a base di pesce, ma anche formaggi delicati e carni bianche.

Caratteristiche del terreno: Argilloso, calcareo.
Sistema di allevamento: Guyot.
Epoca di vendemmia: Seconda decade di Ottobre.
Produzione: 70q/ha.

Donnachiara

In provincia di Avellino, a due passi da Montefalcione, cittadina potente già sotto gli Etruschi e avente una falce (simbolo del lavoro contadino) nello stemma comunale, si trova l’azienda vinicola Donnachiara “vocata” – per tradizione, territorio e precisa scelta della famiglia Petitto che ne è proprietaria – alla produzione delle tre Docg irpine: Fiano di Avellino, Taurasi e Greco di Tufo, oltre che dei tradizionali Aglianico e Falanghina. Un’azienda che ha visto sorgere la sua moderna cantina nel 2005 ma con vigneti che vantano proprietà antica e conduzione quasi tutta al femminile, fino a quella attuale di Ilaria Petitto, studi di diritto, messi nel cassetto per dedicarsi allo sviluppo delle uve e dei vini del territorio. Ilaria è supportata da sua madre Chiara, nipote di Donna Chiara Mazzarelli Petitto, alla quale è stata dedicata l’azienda. Chiara Mazzarelli nasce nel 1883 da una famiglia nobile originaria di Maiori in Costiera Amalfitana. Figlia femmina, andò in moglie al nobile medico chirurgo Antonio Petitto di Avellino. La famiglia Petitto era stata insignita del titolo nobiliare di Marchesi direttamente dal Re di Napoli alla fine del 700. I possedimenti della famiglia spaziavano tra Montefusco, Montemiletto , Venticano e Torre le Nocelle, tutti paesi della provincia di Avellino. Donnachiara è un’ impresa familiare che conta sui valori che solo una famiglia può esprimere. Cinque generazioni di esperienza nel vino di qualità vuol dire un patrimonio di conoscenze, di cura e di un attaccamento al proprio lavoro che superano il solo ritorno economico di qualunque progetto. La passione per il proprio lavoro, l’amore per il prodotto, contagia anche i collaboratori e quindi c’è una condivisione di valori all’interno dell’azienda molto forte. Quello che Donnachiara ha capito è che questa condivisione di valori può essere indirizzata a un miglioramento ulteriore della qualità dei propri prodotti: il know how, la tecnologia, l’innovazione sono cose che oggi sono sempre di più a disposizione di tutte le aziende, di chi ha una mentalità aperta, di chi si guarda intorno, ma è nella cura dei particolari che ci si può differenziare dai concorrenti. La filosofia aziendale della famiglia Petitto è espressa, nell’azienda vitivinicola, come nelle altre aziende del Gruppo Petitto, attraverso la ricerca della qualità estrema. Il progetto portato avanti da Ilaria Petitto, si sostanzia nella cura dei particolari lungo tutto il processo produttivo, dalla scelta del vitigno da impiantare in un determinato terreno, alla conduzione della vigna, al momento esatto della raccolta. Un altro aspetto fondamentale della filosofia aziendale dell’azienda vinicola Donnachiara è la sensibilità verso la tutela dell’ambiente. La sensibilità verso la cultura verso la cura del paesaggio è un valore molto sentito e riconoscere questi valori oggi e renderli parte integrante della visione strategica dell’azienda consente un rapporto privilegiato con il consumatore consapevole e attento. Da circa un decennio l’azienda sensibile all’uso razionale dei prodotti anti- parassitari, aderisce ai modelli di lotta integrata basati sull’impiego limitato o nullo di alcuni principi attivi, sfruttando piuttosto, fattori legati all’ambiente e alle tecniche colturali in grado di ridurre lo sviluppo dei parassiti. Inoltre, in ottemperanza a quelle che sono le disposizioni dettate dai disciplinari di produzione dei vini di alta qualità, l’azienda riduce le quantità prodotte in vigna, al fine di ottenere standard qualitativi elevati. Le energie alla cantina sono fornite interamente dal sole, attraverso impianti di pannelli fotovoltaici, anche l’acqua viene riciclata, attraverso l’impianto di raccolta e fitodepurazione dell’acqua piovana. L’azienda agricola di Montefalcione è l’unica in Irpinia a rientrare nell’elenco delle storie di aziende ecosostenibili.

Ultimi inseriti