Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Carricante ( %)
Classificazione DOC

Giuseppe Benanti decide di riprendere l’antica passione di famiglia - mai messa in rilievo fino a quel momento - nel 1988, dando vita all’azienda Vinicola Benanti di Viagrande. 
Attualmente è gestita dai due figli che sono riusciti a ricollocarla nell’élite del panorama vinicolo italiano.
I vini provengono totalmente dal territorio etneo ed ognuno di essi esprime una peculiarità della zona.
I più rappresentativi sono i tre cru. Il PietraMarina, totalmente prodotto nell’unica zona in cui Etna bianco può fregiarsi della denominazione Superiore, con vigne allevate ad alberello.
Il Rovitello, rosso che proviene da vigne di oltre 80 anni anch’esse coltivate ad alberello e il rosso Serra della Contessa delle vigne su piede franco con più di cento anni di età.

Denominazione.

Etna D.O.C. Bianco

Sulla Montagna.

Selezione di uve da vigneti situati nei versanti Est e Sud dell’Etna, particolarmente vocati per l’elevata altitudine (da 700 a 950 m  s.l.m.) e l’abbondante luminosità.

In Vigna.

Carricante in purezza. Varietà autoctona a bacca bianca del vulcano Etna. L’acino è di grandezza media con buccia molto prunosa, di colore verde giallognolo. I grappoli sono di media lunghezza e mediamente spargoli. I terreni sono sabbiosi, vulcanici, ricchi di minerali, a reazione sub-acida. Le piante, di età dai 20 ai 60 anni, sono coltivate sia ad alberello tradizionale che a spalliera, con densità d’impianto dai 6.000 ai 7.000 ceppi per ettaro e rese di 7.000 – 8.000 kg/ha. Il clima di montagna ed alta collina è umido e piovoso nella stagione più fredda, con elevata ventilazione ed escursioni termiche rilevanti.

In Cantina.

Le uve vengono raccolte a mano dopo la prima decade di ottobre, diraspate e pressate con spremitura soffice. La fermentazione si svolge per circa 15 giorni ad una temperatura controllata di circa 18°C in serbatoi di acciaio, usando specifici lieviti autoctoni selezionati dopo una lunga sperimentazione in vigna e cantina. Il vino è lasciato maturare in vasca sulle fecce fini per alcuni mesi prima di essere imbottigliato. Affinamento in bottiglia per circa 2-3 mesi.

Nel Calice.

Alla vista, appare di colore giallo paglierino con sfumature verdi. Al naso è intenso, delicato, con sentori di mela. Al palato è secco, minerale con una piacevole acidità, sapidità e persistenza aromatica.

Temperatura di servizio: 10 – 12°C

A Tavola.

Si abbina a piatti di pesce e frutti di mare. Ottimo alla mescita

Benanti

L'azienda Benanti ha radici ben salde sui pendii dell'Etna: già a fine '800 il nonno dell'attuale proprietario, Giuseppe Benanti produceva vino. Il nipote, suo omonimo, nel 1988 persegue la medesima strada volta alla riscoperta dei vitigni tradizionali andati in disuso per produrre vini di qualità con grand epassione. Porta il focus della coltivazione e della produzione al terroir dell'Etna conducendo una grande opera di zonazione per qualificare i vari vigneti dislocati sul vulcano. Così parte il gran lavoro che porterà l'azienda a risultati straordinari producendo vini da vigneti dei migliori Cru dell'Etna: espressività di territorio e di terroir nelle interpretazioni magistrali dei vitigni autoctoni. L'azienda ha deciso anche di investire nei territori di Pachino e pantelleria sempre con rinnovata voglia di esaltare le peculiarità di territorio.

Ultimi inseriti