Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Chardonnay ( %)
Classificazione DOC

Colore: Giallo paglierino con riflessi verdolini.
Olfatto: Al naso è elegante e fine con note di frutta bianca con cenni di mela e agrumi.
Gusto: Al palato è secco e fresco con una buona aromaticità in equilibrio.
Abbinamenti gastronomici: Perfetto per salumi e formaggi poco stagioanti,carni bianche, pesce e crostacei.

Altitudine: 350 m s.l.m.
Tipologia di terreno: Calcareo-sabbioso.
Densità di impianto: 5000 piante/ettaro.
Sistema di allevamento: Guyot tradizionale.
Resa per ettaro: 70 quintali.
Vendemmia: Manuale, effettuata verso la metà di settembre.
Vinificazione: Dopo una breve macerazione pellicolare, una soffice pressatura il mosto viene fatto fermentare in vasca di acciaio ad una temperatura di 17-18°C. Il vino viene affinato a lungo sulle fecce fini, con frequenti batonnage. 

Marco Capra

Era il 1945 quando Tommaso Capra, chiamato “Tumasin”, fondò l’azienda tra le colline di Santo Stefano Belbo. Tommaso tramandò poi la sua esperienza e la sua cultura vinicola a Luciano, suo figlio. In questi anni e fino alla fine degli anni ’80, la primaria attività dell’ azienda agricola riguardava la produzione di vino di qualità destinato in gran parte alla vendita all’ingrosso nelle tradizionali damigiane. Nel 1999 Marco, nipote di Luciano, ha preso le redini dell’azienda dando nuovo impulso all’attività; spinto da una reale passione per il vino unita ad un’aspirazione al rinnovamento e al suo entusiasmo giovanile, ha portato avanti la tradizione di famiglia e contribuito alla sua crescita. Nel 2014 Marco Capra ha voluto dare un impronta ancora più personale, sostituendo il marchio Azienda Agricola Sanmarco indicando in etichetta il proprio nome. Ne sono il convincente risultato vini che esprimono pienamente la vocazione del territorio e che hanno saputo farsi apprezzare sempre più sia dagli esperti che dai semplici appassionati. L’azienda agricola si trova a Santo Stefano Belbo, sulla collina di Seirole tra le langhe e il monferrato. La principale risorsa della zona è da sempre la coltivazione della vite: la particolare conformazione geologica del terreno e il suo microclima favoriscono un’ottimale maturazione dei grappoli e l’acquisizione delle tipiche proprietà organolettiche. Si tratta di una piccola azienda a conduzione famigliare; l’arte della vinicoltura è una ricchezza che la famiglia si tramanda da generazioni. La qualità che contraddistingue il nostro vino è determinata dal controllo che abbiamo sull’intera filiera: dalla vite alla bottiglia, attraverso lavorazioni che seguono la tradizione pur promuovendo l’innovazione che contraddistingue le aziende moderne. Oggi l’azienda è seguita da Marco Capra, che ha saputo dare la giusta spinta innovativa tipica delle nuove generazioni, pur mantenendo saldi gli insegnamenti e l’esperienza tramandati dai suoi avi. L’azienda agricola, con la consulenza dei suoi enologi Dante Scaglione e Daniela Serra garantendo ai nostri vini la massima qualità. La qualità dei vini dell’azienda agricola è il nostro primo obiettivo e per ottenere questo il nostro impegno e il nostro lavoro inizia dal vigneto. I vigneti sono infatti il nostro capitale più importante, il compito che abbiamo è quello di curarli e di lavorarli nella maniera più naturale ed eco-compatibile possibile. Il Piemonte è rinomato per i suoi vitigni tipici e ricchi di tradizione la Nascetta, il Nebbiolo, il Dolcetto, la Barbera e il Moscato. Noi abbiamo preferito produrre principalmente i vini autoctoni del Piemonte, per ritrovare nel loro sapore tutte le caratteristiche legate alla terra. Questi vigneti sono stati scelti nell’ambito delle zone maggiormente vocate alla coltivazione dei singoli vitigni. Le viti vengono trattate con estrema cura e attenzione, nel rispetto delle tecniche agrochimiche tali da mantenere bassa la produzione. I trattamenti di difesa vengono eseguiti scegliendo prodotti a basso impatto ambientale. Determiniamo l’inizio della vendemmia seguendo il grado di maturazione dell’uva, il suo contenuto zuccherino e di acidità, le loro evoluzioni nel tempo in base alle condizioni atmosferiche. Generalmente la vendemmia ha inizio alla fine di Agosto con lo Chardonnay e il Pinot Nero per le basi spumante e nei primi giorni di Settembre con le nostre varietà di uve: Moscato, Chardonnay e Nascetta. Tra la fine di Settembre e l’inizio di Ottobre si procede alla vendemmia del Dolcetto e del Barbera, seguita a metà Ottobre da quella del Nebbiolo. Per la raccolta delle uve, eseguita interamente a mano, utilizziamo ceste piccole e forate. Tutte le fasi fenologiche e le operazioni in vigneto vengono seguite dall’agronomo Angelo Cortese. Il vino nasce in vigneto, ma è compito dell’uomo cercare di trasformare al meglio quanto riceve dopo mesi di duro lavoro in vigna. La struttura architettonica e tutti gli impianti tecnici sono stati ideati e realizzati per ottenere la trasformazione delle uve ai più alti livelli possibili. La cantina dell'azienda, dotata di tutte le tecnologie moderne, rimane comunque fedele ai processi più tradizionali della vinificazione. Ogni passo del processo di vinificazione, dall’arrivo delle uve, alla fermentazione, alla maturazione, all’imbottigliamento, all’invecchiamento fino alla spedizione è seguito da Marco Capra che, affiancato dagli enologi Daniela Serra e da Dante Scaglione supervisionano tutte le fasi in modo da arrivare al miglior risultato finale.

Ultimi inseriti