Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Passerina ( %)
Classificazione IGT

Colore: Giallo luminoso con tenui riflessi dorati.
Olfatto: Il naso evidenzia spiccati sentori floreali di tiglio e biancospino che esprimono rotondità e pienezza. Le ampie note fruttate di pomacee croccanti, prima fra tutte la pera, completando il bagaglio aromatico che si chiude su un adagio di cedro e pompelmo maturo che, con eleganza, donano freschezza e fascino a questo bianco che incita al sorso ripetuto.
Gusto:Freschezza e brillante sapidità, caratterizzano la fase gustativa di questo vino intrigante e vitale come un soffio di brezza marina. Di fresco respiro, si adagia in bocca sulla pienezza delle pomacee che caratterizzano il vitigno.
Abbinamenti gastronomici: Ottimo con piatti a base di frutti di mare e formaggi freschi.

Prima vendemmia imbottigliata: 2007
Area di produzione: Vigneti di proprietà situati ad Ascoli Piceno.
Vitigno: Passerina in purezza.
Altimetria media: 200-300 metri s.l.m.
Tipologia del terreno: Medio impasto tendente al sabbioso.
Sistema di allevamento: Guyot.
Densità d'impianto: 5.000 ceppi per ettaro.
Resa per ettato: 80 q.li di uva circa.
Resa per pianta: 1,5 Kg di uva circa.
Vendemmia: Raccolta a mano a metà settembre, la mattina presto o nel tardo pomeriggio, in piccole cassette riposte, prima di arrivare in cantina, in celle frigorifere.
Fermentazione: Un’attenta selezione delle uve permette di dedicare alla produzione di questo vino solo i grappoli migliori.
La pigiatura soffice è seguita da un immediato abbassamento della temperatura, per favorire la decantazione e l’eliminazione delle sostanze in sospensione presenti nel mosto.
La fermentazione si svolge in vasche d’acciaio a temperatura controllata, tra i 13 e i 15 °C. Il successivo affinamento, che si protrae sino a febbraio dell’anno successivo alla vendemmia,
avviene in  vasche di acciaio termocondizionate, atte a garantire una temperatura costante di circa 10°C necessaria a preservarne il patrimonio aromatico.
Cenni storici: Antico vitigno originario dell’Adriatico. Il suo nome sembra derivare dalla forma del grappolo piccolo, alato, con acini abbastanza sferici, di colore giallo intenso.
Somigliante ad un piccolo passero.

Velenosi

Nel 1984, nasce la Cantina Velenosi. Gli imprenditori Ercole ed Angela Velenosi hanno coniugato la tradizione artigianale alle tecnologie avanzate, reinterpretando con creatività i processi di vinificazione e dando così vita a un’azienda che ha continuato ad ampliarsi, con l’ingresso di Paolo Garbini nel 2005, e che oggi porta nel mondo intero i profumi e i colori del territorio piceno attraverso vini dal carattere inimitabile.

Ultimi inseriti