Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Mammolo (10 %), Prugnolo Gentile (90 %)
Classificazione DOC

Colore: Rosso rubino intenso.
Olfatto: Al naso esprime intense note di piccoli frutti rossi e di violetta, note di sottobosco e humus.
Gusto: In bocca è fresco, equilibrato, con tannini gentili, ricco di aromi di frutti rossi e mineralità. Buona persistenza.
Abbinamenti gastronomici:
Perfetto per piatti a base di carni rosse, piatti con sughi ricchi, piatti della tradizione, salumi e formaggi semistagionati.

Il Prugnolo è un vino nel quale si cerca di esaltare la freschezza delle note fruttate del Sangiovese in abbinamento con la speziatura del Mammolo.
Prodotto selezionando le uve dei vigneti giovani, più ricche di profumi e di minor struttura, alla ricerca della piacevolezza, attenti a non cadere nella banalità.
Prodotto dal 1989 come Rosso di Montepulciano, dalla annata 2003 veste l’attuale etichetta. La produzione media annua è di 20.000 bottiglie.

Caratteristiche del terreno: I vigneti sono situati in località Cervognano, impiantati su terreni calcarei, di origine alluvionale, sabbiosi con buona percentuale di limo e argilla, varianti secondo le giaciture La densità media di impianto e di 6500 ceppi per ettaro.
Uve: La selezione delle uve, viene fatta non tanto in base alla posizione delle vigne, quanto alle caratteristiche delle uve di vendemmia in vendemmia nelle diverse particelle.
Vinificazione: Le uve, raccolte manualmente e trasportate in cassette, dopo la diraspatura e la pigiatura soffice vengono poste a fermentare, utilizzando lieviti autoctoni, in tini di acciaio riempiti a non più di due terzi della loro capacità . La fermentazione dura circa una settimana a temperature controllate dai 27 ai 30 gradi. Vengono effettuati rimontaggi e follature manuali del cappello.
Invecchiamento: Il vino viene fatto maturare per alcuni mesi in vasche di cemento vetrificato dove svolge la fermentazione malolattica. Prima dell’imbottigliamento viene effettuata una leggera filtrazione. La commerializzazione avviene durante l’estate successiva alla vendemmia.

Boscarelli

La storia della nostra azienda inizia nel 1962 da un sogno del fondatore Egidio Corradi: produrre un Vino Nobile che esaltasse i profumi e i sapori della sua terra d’origine, con l’eleganza che amava. Nato in un’antica famiglia poliziana, e laureato in Economia e Commercio, Egidio trascorse la maggior parte della vita tra Genova e Milano lavorando come broker internazionale. Ma nel 1962 l’infinita passione per il vino e la profonda conoscenza del suo territorio di origine lo portarono ad acquistare due piccoli poderi semi-abbandonati in questo meraviglioso angolo di Toscana, Cervognano di Montepulciano. Fino ad allora i due appezzamenti erano stati condotti nel modo tradizionale: differenti colture annuali e una piccola parte coltivata a vigneto. La visione del fondatore venne accolta e rinvigorita dalla figlia Paola Corradi e dal marito Ippolito De Ferrari, che negli anni ’60 divennero gli artefici della nascita dei Poderi Boscarelli e del loro successivo sviluppo, mossi com’erano da forte determinazione e profonda dedizione. Paola e Ippolito piantarono i primi vigneti specializzati con una densità di 3500 ceppi per ettaro. Costruirono inoltre la prima cantina, ristrutturando e riadattando le vecchie stalle. Lo spirito originario dell’Azienda viene oggi preservato dalla terza generazione rappresentata da Luca e Nicolò De Ferrari, figli di Paola e Ippolito. Quotidianamente Luca e Nicolò si occupano con passione della produzione. Riselezionano e reimpiantano i vigneti in modo tale che possano continuare a esprimere i sentori e le caratteristiche del territorio che li alimenta, e fanno in modo che in ogni singola bottiglia vi siano raccolti i profumi e i sapori che il nonno Egidio amava e cercava. L’estrema attenzione nella pratica colturale e conduzione del vigneto ha portato, con graduali reimpianti iniziati alla fine degli anni ’80, a una densità media di circa 6000/7000 piante per ettaro. La produzione per ceppo è di circa 1,2 kg di uva. Gli ettari vitati di proprietà sono 14, e piantati principalmente a Sangiovese (80%). Si coltivano anche Canaiolo Colorino e Mammolo, le principali varietà autoctone, ma anche Merlot e Cabernet in piccole quantità. Inoltre nel 2006 sono stati piantati 2 ettari di Merlot su un terreno di proprietà nel comune di Cortona, dove si produce un Merlot in purezza.

Ultimi inseriti