Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Primitivo ( %)
Filosofia Biologici
Classificazione IGP

Colore: rosso rubino brillante concentrato.
Olfatto: Naso molto ricco e complesso di frutta matura, ciliegia, mora e ribes. Note di tabacco e spezie leggermente tostate.d
Gusto: Grande freschezza e mineralità con tannini presenti e molto piacevoli. In bocca la visciola sotto spirito, note di cioccolato e una balsamicità.
Vino di gran corpo con una buona acidità che da piacevolezza al sorso. Lunga persistenza gusto olfattiva.
Abbinamenti gastronomici:
Carni di maiale, piatti a base di ragù (in Puglia tipicamente le orecchiette) ma anche carni grigliate ed arrostite, cacciagione, stufati e salumi stagionati.
Formaggi stagionati con note piccanti. A fine pasto ottimo con la pasticceria secca.

Classificazione: Salento IGP Rosso Biologico

Varietà: 100% Primitivo da vendemmia tardiva

Tipologia di terreno: Terra rossa

Sistema di allevamento: Alberelli impiantanti nel 1955

Resa uva in vino media per ettaro: 25 hl

Vinificazione: in acciaio per 3-4 settimane con macerazione pre e post-fermentativa

Affinamento: 18 24 mesi in tonneaux di rovere di slavonia cui segue un affinamento affinamento di bottiglia di per 8-12 mesi

 

L'Astore

La tradizione viti-vinicola risale agli anni ’40, periodo in cui, conformandosi ai criteri dell’epoca, si produceva vino in cospicue quantità da vendersi “in cisterna”. Alla fine degli anni ’90 è stato avviato un progetto che mirava alla produzione di vini di qualità. Dopo una onerosa preparazione del terreno con accurate analisi delle caratteristiche geologiche, scavi, frangiture e macinature, sono stati impiantati circa ha 20 di vigneto delle cultivar: Negroamaro, Aglianico, Primitivo, Montepulciano, Malvasia Bianca, Susumaniello; nel corso degli anni è stata avviata una ricerca di varietà autoctone ormai estinte che ha portato a nuovi impianti sperimentali e a una vera e propria collezione ampelografica del Salento. Accanto al Frantoio Oleario ipogeo è stata realizzata una Bottaia, per affinamento dei vini, secondo la tradizione architettonica del Salento con volte a botte ed a stella usando materiali locali quali pietra leccese e carparo ottenendone, a dire di molti visitatori italiani e stranieri, una vera e propria “ cattedrale del vino”. Oggi Masseria L’Astore rivive in tutta la sua bellezza per accogliere ospiti con esigenze molto variegate. Questo edificio storico ristrutturato con grande attenzione e rispetto per le sue caratteristiche originali, dispone di un grande spazio all’aria aperta, perfetto per i ricevimenti in grande stile durante la bella stagione. Durante il resto dell’anno, invece, avrete a disposizione una meravigliosa sala settecentesca, dove anticamente era situato un frantoio, che regalerà al vostro evento una atmosfera suggestiva e accogliente in grado di fare da cornice ai vostri momenti speciali.

Ultimi inseriti