Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Negroamaro ( %)
Classificazione IGP

Colore: Rosso rubino con intensi riflessi violacei.

Olfatto: Fruttato con leggeri sentori di tabacco, fragola di bosco e rosa.

Gusto: Robusto e rotondo con tannini decisi e buona acidità.

Abbinamenti gastronomici:  Polpette al sugo, zuppa di legumi, orecchiette al ragù, agnello alla brace.

TERRITORIO
Il Salento viene identificato da tre elementi climatici: il sole, artefice di gradi zuccherini generosi, il mare, responsabile della mineralità dei vini, e il vento che rende questo territorio naturalmente esente da malattie e particolarmente indicato nella produzione di vini “naturali”. Caratterizzato da estese zone pianeggianti e modesti rilievi collinari, il Salento è geologicamente costituito da una struttura calcarea di medio impasto.
UVAGGIO
Il Negroamaro, autoctono della Puglia, è il vitigno a bacca nera principe del Salento. Antichissime le sue origini (VIII Sec. A.C.), deve probabilmente il suo nome ai termini “niger” (latino) e “mavros” (greco) che significano entrambi nero. La grandissima versatilità lo rende idoneo a tutti i tipi di vinificazione.
VINIFICAZIONE
Pressatura soffice per conservare il gusto fruttato. A una prima fase di premacerazione a freddo per esaltare al meglio le naturali caratteristiche di freschezza del frutto, seguono circa due settimane di lenta fermentazione a temperatura controllata in serbatoi d’acciaio in cui si completa l’affinamento.
Dopo tre mesi a riposo nell’acciaio si passa all’imbottigliamento.

ZONA DI PRODUZIONE
Salento - Puglia
ALTITUDINE VIGNETO
100 m s.l.m.
TIPOLOGIA TERRENO
Calcareo-argilloso
SISTEMA DI ALLEVAMENTO
Spalliera
DENSITÀ DEI CEPPI
6000/ha
PRODUZIONE PER ETTARO
80 q/ha
RESA UVA IN VINO
65%
ETÀ MEDIA VITI
40 anni
EPOCA VENDEMMIA
Metà settembre
FERMENTAZIONE
In acciaio inox
AFFINAMENTO
In bottiglia
ACIDITÀ
5.5 g/l


Apollonio

Ultimi inseriti