Chiudi
Usa il *codice FREESHIPPING e non paghi la spedizione
Shopping Cart
Chiudi

Nel carrello hai:

Il tuo carrello è vuoto


Vitigni Vermentino ( %)
Classificazione DOC

Colore: Giallo paglierino intenso e brillante con riflessi verdolini.
Olfatto: Al naso è ricco e intenso con sentori floreali e vegetali, note di erbe, fiori di campo e foglia di pomodoro, note di frutta a polpa bianca.
Gusto: Al palato ha nerbo e freschezza conferitagli dall’acidità, è caldo e morbido grazie alla consistente struttura. Piacevolezza aromatica con finale floreale persistente
Abbinamenti gastronomici: Perfetto per piatti di cucina marinara, pesce e crostacei, crudi di mare, piatti vegetariani, torte salate e sushi.

Area di produzione: Usini (SS).
Terreno: Buona struttura calcarea associata a frazioni argillose.
Altitudine: Te
rreni collinari a 200 metri s.l.m.
Sistema di allevamento: Controspalliera con potatura a Guyot.
Resa uva: 75 q/ha circa.
Resa vino: 50 hl/ha circa.
Epoca di vendemmia: Seconda decade di settembre.
Raccolta e vinificazione: Le uve provenienti prevalentemente dal vigneto omonimo, vengono selezionate durante la raccolta e, giunte in cantina, vengono diraspate, pigiate e sottoposte a pressatura soffice. Il mosto ottenuto fermenta alla temperatura di 17/18 °C con lieviti selezionati.

 

Cherchi

Tutto ha inizio nel lontano 1970 dalla dedizione e dalla passione di un vignaiolo che crede fermamente nel suo sogno: far conoscere i vini tipici di Usini e il suo territorio dalle caratteristiche uniche. Giovanni Cherchi, noto Billia, avvia l’azienda nel 1970 e si dedica alla coltivazione dei due ettari di vigna ricevuti in eredità. Il suo progetto è molto ambizioso: produrre vini di qualità che sappiano raccontare la forza e l’anima di un territorio autentico. Con lungimiranza e saggezza, voglia di conoscenza e sperimentazione, il patriarca Giovanni Cherchi riporta alla luce un antico vitigno autoctono, il Cagnulari. Considerato un pioniere della vitivinicoltura sarda, non solo per la riscoperta del Cagnulari ma anche grazie al suo lavoro di valorizzazione delle qualità del Vermentino. É stato infatti tra i primi a proporre al mercato il Vermentino di Usini con un’identità definita e legata al territorio. Da allora i vini Cherchi hanno raggiunto grandi traguardi ricevendo riconoscimenti in tutto il mondo. Nel nord ovest della Sardegna c’è un paese ospitale che da sempre è conosciuto come il “luogo dove si fa il buon vino”. Usini è un comune della provincia di Sassari, adagiato sulle colline del Logudoro. Terre vocate da secoli alla viticoltura, dove si alternano valli e colline calcaree, in un continuo avvicendarsi di vigne, oliveti, orti e pascoli. Le particolari caratteristiche pedoclimatiche ci offrono uve ricche di corpo e profumi. Le brezze marine, dovute alla breve distanza dalla costa, il vento e le escursioni termiche arricchiscono le caratteristiche organolettiche che si ritrovano intatte nei nostri vini. Le vigne sono adagiate su terreni calcarei e argillosi, a circa 200 metri sul livello del mare. La proprietà aziendale si estende per circa 30 ettari, 60% dedicati al Vermentino, 35% al Cagnulari e la restante parte al Cannonau. Le viti sono allevate prevalentemente a controspalliera con sistema di potatura a Guyot. Il microclima favorevole, unitamente alla professionalità e all’esperienza maturata nel tempo, permettono un limitato utilizzo di prodotti chimici e fitosanitari, garantendo così un alto grado di qualità e salubrità delle uve. Con la stessa filosofia di rispetto della natura e della materia prima, le uve vengono accolte e lavorate nella nuova, moderna e funzionale cantina, immersa tra i vigneti, nella quale sono ospitati i macchinari di trasformazione, conservazione e imbottigliamento. Nella parte interrata, scavata nella roccia, i vini più pregiati affinano nelle botti di rovere.

Ultimi inseriti